i l   p r i m o  s i t o  d e d i c a t o  a l   t o r i n o  c a l c i o  e  a i   s u o i  t i f o s i

Derby 14/10/2001     Marcia Orgoglio Granata 4-5-2003     partita Centenario 3-12-2006     Derby 26-2-2008


TIFOSI | STORIA | NEWS | MAILING LIST | VARIETA' | LINKS | MEDIA

ToroGoogle






TOROCLUB CHAT

il newsgroup dei tifosi del Toro: accedi via web


i vostri Messaggi



acquista i DVD
100 Anni Di Cuore Granata

SONDAGGI

la difesa
cosa c'è che non va?
anche selezione multipla

il modulo
inesperienza nuovi giocatori
non si marca più a uomo
non abbiamo saltatori


risultato scorso sondaggio
Toro On The Net search engine
Con una o più parole chiave inserite nel campo qui sotto troverai subito ciò che ti interessa nel nostro sito

parole-chiave
Su Toroclub
Tutta Internet

ottieni un motore di ricerca gratuito

Un link notevole per altre informazioni e statistiche sul Toro e altre squadre:
EnciclopediaDelCalcio.com

Non hai trovato quello che cercavi? Prova con
l'Archivio Mondiale dei risultati nei campionati di calcio nazionali


LINKS










Linea Di Confine




il Grande Torino Net



nuovo! -dalle ceneri di SECONDA PELLE-


www.gigimeroni.it


www.covogranata.net



www.eandiermanno.it



Vita da Toro



Dall'Ungheria il bel sito di Nobrert, un magiaro travolto da un'irresistibile...urgenza granata



Toro Club Alba Granata


TorinoFC su Altervista (anche in inglese)


er lupacchiotto de Roma


accedi alla tua email da qui



ora puoi spedire files fino a 1 Gb a chi vuoi senza intasamento di account email!


Ricordiamo Giorgio Ferrini
capitano-emblema dello spirito di riscossa granata dopo Superga: l'intervista cortesemente concessaci dal figlio Amos
track mp3 di
Franco Bongiovanni:



una canzone originale con video dei SENSOUNICO per il 60° anniversario di Superga
GRANDE TORINO 1949 - 1999
Gli eroi di Superga: la sezione e il cd rom !!!

22 ottobre 2016: 49 anni fa Juventus-Torino 0-4 una settimana dopo la tragica scomparsa di Meroni. Carelli giocò con la sua maglia e ricorda... (clicca sull'immagine - video trasmesso da Zona Mista su RAI2)


OTTOBRE 2016: BELOTTI COME TOTTI ! Petizione online, manca la tua firma, ci siamo quasi (clicca sull'immagine del Gallo)





4 maggio 1949: il programma televisivo Voyager -ai confini della conoscenza- (RAI2) ricorda il Grande Torino: "i più forti del mondo"



agosto 2013: Garrincha l'angelo dalle gambe storte racconto teatrale della vita del campione brasiliano - video integrale gentilmente concesso da e-performance.tv e Td-IX
con Valeriano Solfiti


                           Altri articoli    


 videosintesi di A         videosintesi di B   

15/04 Torino - Crotone 1-1

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Il giuoco del calcio è questo, a volte dà e altre toglie ciò che meriti in una partita a senso unico come questa, dove il Toro che trova un vantaggio a lungo cercato ma troppo riduttivo, e che si conclude con un inaspettato e sorprendente pareggio dopo un'altra -purtroppo- uscita sbagliata del nostro n. 1 inglese. A poco sono valse le numerose palle gol create e un impianto di gioco molto solido contro un'avversaria visibilmente in difficoltà e di inferiore tasso tecnico. Abbiamo almeno apprezzato la solita grande voglia di Belotti ma anche quelle di Boyè e Ljajic, buoni momenti di Falque, Baselli e Valdifiori, meno buoni quelli di Rossettini e Maxi Lopez. Andiamo avanti così (cioè come meglio possiamo, non è un soddisfatto incitamento), in vista del Derby.

Mihajlovic: "Buona prestazione ma punti buttati via con almeno 12-13 palle gol tra nostri sprechi e prodezze del portiere. Ci vuole cattiveria, il pareggio ci dispiace moltissimo in una partita dove un 3-0 sarebbe stato un risultato stretto."

fonte video SKY CALCIO












per una homepage arretrata (dal 18/11/2001) scrivi a <info@toroclub.it>
Le altre partite del TORO
CAMPIONATO

09/04 Cagliari - Torino 2-3

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Vedere una trasferta così fa recuperare un bel po' di fiducia anche a noi che abbiamo assistito l'ultima volta ad una vittoria fuori casa a novembre 2016. Cambio modulo si, ma in campo c'era una freschezza che non circolava da mesi. Ottimo esordio di Carlao sicuro e preciso in difesa, se tralasciamo il fallo da rigore che peraltro Hart aveva quasi parato. Con Ljajic che si riconcilia col gol ma anche diligente nell'impostare e servire i compagni più avanzati, si vedono molte più giocate finalizzabili, e se dietro il centrocampo regge come oggi con Baselli e Acquah (anche in gol ma purtroppo espulso) rimangono poche pecche difensive e offensive da correggere. Ci pare sempre più Boyè, piuttosto che Iturbe, il rinforzo offensivo più convincente. Il Gallo canta sempre, ma non deve rimanere unico realizzatore.

Mihajlovic: "Più intensità e continuità stanno dando la sicurezza, il buon gioco e i risultati che aspettavamo. Il cambio modulo sarà anche stato una buona cosa, ma senza qualità e voglia di vincerla rimane solo teoria."




fonte video RAISPORT

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

02/04 Torino - Udinese 2-2

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Altro pareggio che se non produce i punti di una vittoria, almeno produce un po' di ottimistico divertimento per i gol e le occasionissime viste, nonostante la necessaria rimonta da uno 0-2 che in teoria avrebbe dovuto stroncare l'autostima. Abbiamo di nuovo osservato un beneficio nel cambio di modulo dettato da Mihajlovic in necessità di recuperare il risultato che in prospettiva offensivistica ha dato migliori effetti di quello iniziale, l'impostazione affidata a Ljajic ne ha efficientato il ruolo ben più di quello precedente di finalizzatore di azione. Difesa sempre un po' troppo inebetita quando gli avversari riescono a giocare palloni in area, tuttavia Moretti (oggi anche meritatamente a segno), Molinaro e Rossettini hanno spesso coperto bene piuttosto del contrario. Certo, tra le situazioni in cui non ci sono riusciti sono arrivati i due gol e il secondo pareva evitabile. Belotti di nuovo marcatore dopo un po' di prove, conclusioni di testa sulla traversa e un annullamento per fuorigioco millimetrico. Molto bene Acquah e Zappacosta, veloci nel ripartire e nei recuperi.

Mihajlovic: "Abbiamo dominato a lungo, numerose occasioni e più del 70% di possesso palla, nell'ultima mezz'ora abbiamo giocato ad una sola porta, era inimmaginabile perdere. Ma soprattutto contano lo spirito e l'intraprendenza che piacciono a me e ai tifosi"




fonte video RAISPORT

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

18/03 Torino - Inter 2-2

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Ecco dunque l'altro Toro, il fratello più bravo di quello che gioca fuori casa, ma più bravo di tanto. Come aver scoperto l'acqua calda, ci si ritrova a constatare che mantenendo ritmo, concentrazione e pressing, si affronta qualsiasi avversario e gli si fa sputare tutta la fatica necessaria per non andarsene sconfitto, poi si può anche arrivare a un passo dal vincerla, sempre contro avversari di livello. Questa constatazione amichevole però non ci accontenta e non ci soddisfa, il bipolarismo è un disturbo che potrebbe essere risolto nel nostro caso con la semplice presa di coscienza che il lupo cattivo nel bosco fuori casa non esiste. Sembra semplice eppure non ci si arriva, ecco l'origine del nostro disappunto. Poi occorre un po' di intuizione in più nella formazione: Zappacosta è un propulsore irrinunciabile sulla fascia, Acquah se sta bene può anzi deve essere impiegato, Iturbe fa più confusione che sostanza, a cosa serve farlo partire titolare al posto di Falque, che almeno si è dimostrato confidente col gol? Barreca e Molinaro in staffetta è un'altra soluzione che potrebbe funzionare per ottimizzare la gestione energetica dei due. Insomma gli spunti ci sarebbero e il materiale umano pure, perchè limitarsi?

Mihajlovic: "E' stata una partita emozionante, ho rivisto il Torino che piace a me e ai tifosi, gli errori sui quali abbiamo preso i gol sono stati l'unica pecca. Da adesso in poi dobbiamo essere sempre questi."




fonte video RAISPORT

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

13/03 Lazio - Torino 3-1

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Quando si perde non è mai bello da raccontare, ma a volte si può colorire la cronaca con la descrizione di incredibili episodi di malasorte, inadeguatezza arbitrale, coraggiosi tentativi di ribaltare il risultato e capitolazione finale con l'onore delle armi. Insomma, cose da Toro. Stasera niente di tutto questo, due squadre di categoria chiaramente differente si sono affrontate: quella di categoria superiore in casa col favore dello sparuto pubblico, che aveva voglia di gioco e di risultato. L'altra, la squadra ospite, venuta a sperare in un miracolo che però si è guardata bene dal propiziarsi. Anche le quote degli allibratori parlavano chiaro, ci si sarebbe arricchiti puntando sulla vittoria del Toro oppure ben remunerati puntando sul pareggio. In questo panorama il momentaneo pareggio di Maxi Lopez è stata un'anomalia favorevole che per un attimo ha interrotto la serena rassegnazione del tifo granata illudendolo di poter tornare a casa senza sconfitta, ma è durata poco, con la difesa di burro che abbiamo e nessun centrocampo per non parlare delle fasce completamente consegnate agli avversari per tutta la partita, 3-1 e ci è andata di lusso. Bravo Hart. Rassegnamoci però all'idea che senza il Gallo l'acqua è poca e la papera non galleggia, ne abbiamo appena avuto la conferma.

Mihajlovic: "Difficilmente siamo riusciti ad essere meglio di così fuori casa, manca il carattere. Davanti potevamo fare di più, abbiamo perso meritatamente ma solo alla fine e con una squadra di notevole livello."





fonte video SKY CALCIO

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

05/03 Torino - Palermo 3-1

clicca la foto per la videosintesi

clicca QUI per vedere solo i gol

Il primo tempo di questa partita non ci stava dando buone aspettative. Gli avversari avevano fatto ben poco, ma con quel poco stavano vincendo mentre il Toro rendeva inconsistenti le sue volenterose offensive con poche idee per l'ultimo passaggio e nessuna per la conclusione, con un Boyè affatto somigliante al giocatore di inizio stagione. Primo tempo concluso in svantaggio di un gol che in quelle condizioni pareva problematico rimontare. Ma lì davanti ad ogni partita possiamo giocare il jolly la cui traduzione italiana viene bene con Gallo: numerosissimi movimenti senza palla con caparbia difesa di quelle recuperate, posizione giusta per ricevere e conclusioni vincenti. 1-2-3 e il Toro schianta gli avversari in sette minuti dal 74' con l'inizio della tripletta del capocannoniere. Fino a quel momento sembrava un problema pareggiare, forse Mihajlovic con la sua caratteristica farcitura offensiva mentre stiamo perdendo questa volta ci ha indovinato, l'aumento degli attaccanti ha creato più spazio a Belotti fino ad allora sempre ben marcato e raddoppiato. Rassegnamoci però all'idea che senza il Gallo l'acqua è poca e la papera non galleggia, ne abbiamo appena avuto la conferma.

Mihajlovic: "Anche stavolta abbiamo dovuto sudare, nell'intervallo ho detto di proseguire con quell'impegno ma più cattiveria e precisione, pareggiando avremmo vinto; così è stato. Oltre a Belotti (crescerà ancora), Ljajic ha tanta qualità e può scardinare le difese avversarie quando vuole, se risolverà la sua incostanza"



fonte video RAISPORT


 


Gigi Meroni, la Farfalla Granata

 15/10/2003 Torino-Cagliari 4-2

 15/10/1967 Torino-Sampdoria 4-2
 

         
 2 travolgenti azioni di Meroni nella sua ultima partita

Esiste un "fattore Meroni"? Controlla i risultati di tutte le partite giocate dal Toro ogni 15 ottobre, dal '67 ad oggi.....e se ciò che hai trovato ha stimolato la tua curiosità leggi delle singolari analogie tra l'incidente di Meroni e la tragedia di Superga

Un ricordo ed una significativa testimonianza in Real Video di Aldo Agroppi su Meroni (clicca sull'immagine grande di Torino-Sampdoria del '67 oppure QUI per la versione testuale)

dal newsgroup it.sport.calcio.torino
Marco: "L'altro giorno ho voluto dare un'occhiata a tutto il materiale sul Toro che avevo riposto in un cassetto (sciarpe, bandiere, biglietti ecc...) e ho scoperto di avere una bandiera piuttosto vecchia, di quelle con gli scudetti e le coppe italia disegnate, a cui manca l'ultimo scudetto (quindi vecchia una trentina d'anni), con il disegno di un aereo, la frase "post fata resurga" e la data di Superga......sbagliata! C'è scritto 04/05/1945!!"

Lorena: "Asimov scrisse un racconto su un viaggio nella preistoria fatto da un ricco per cacciare dinosauri, dove guida e cacciatore dovevano stare attenti a non modificare nulla di flora e fauna destinate ad esistere. Peró il cacciatore fu sbadato e calpestò una farfalla... Al suo ritorno tutto il mondo era già diverso.
Ecco perchè la bandiera è sbagliata. Ora sappiamo chi ha calpestato la Farfalla...Tutto quadra, purtroppo..."
------------------------------------------------------------------------------------------
Il 17/02/2003 sarebbe stato il 60° compleanno di Meroni. Aldo Grasso ne parla in un bell'articolo sul Corriere Della Sera---------------------------------------------------------------------------
19/10/2008: una nuova biografia di Gigi Meroni in 2 puntate su Storie di Sport
IL VOLO SPEZZATO DELLA FARFALLA GRANATA


31/10/2002
Raf Vallone, granata dentro
Sposato per 50 anni con Elena Varzi, ha avuto tre figli: Eleonora e i gemelli Saverio e Arabella. Raf Vallone rappresenta sicuramente un esempio per tutti i giovani; nella sua intensa vita centrò obbiettivi di alto livello apparentemente distanti tra loro; calciatore nel Torino del '38 giocò anche nella Nazionale giovanile. Nella squadra granata lo vedevano come una roccia, fu allenato da Egri Erbstein che 6 anni più tardi allenerà i campioni del Grande Torino. Giornalista di talento, traduttore di classici latini, partigiano in montagna, studente di lettere con Leone Ginzburg e Luigi Einaudi, due lauree (in Giurisprudenza e in Filosofia), divo a Hollywood e di casa nel cinema europeo: Raf Vallone è stato tutto questo e anche molto altro ma il suo amore, nonostante i tanti trascorsi, era sempre rimasto il teatro e in particolare l'amato Arthur Miller di "Uno sguardo dal ponte".


6 NOVEMBRE 2008:





http://www.toroclub.it/ e' il sito ufficiale del Torino Club Internet e viene realizzato e mantenuto dal TON Staff grazie al contributo dei soci
Questa pagina ha avuto Website Hit Counter accessi dal 1/09/2005
stats counter